Il linguaggio della geograficità (2007/2008)

Corso disattivato

Orario lezioni

Sem. II A
Giorno Ora Tipo Luogo Note
giovedì 8.30 - 10.10 lezione Aula 2.3  
venerdì 8.30 - 10.10 lezione Aula 2.3  
sabato 10.10 - 11.50 lezione Aula T.5  

Obiettivi formativi

Nella società odierna, uno degli strumenti su cui si basa la comunicazione di massa, è l’immagine. Utilizzata in forme e modi differenziati costituisce una modalità di linguaggio volta a veicolare messaggi non sempre deontologicamente corretti, anche, ed in particolar modo, nella raffigurazione dello spazio. Attraverso l'evoluzione concettuale ed iconografica della sua rappresentazione si intendono fornire agli studenti gli strumenti utili alla conoscenza, interpretazione e comprensione del linguaggio geocartografico, al fine di favorire criticità ed autonomia di pensiero.

Programma

Il corso si articola in tre parti:
1)Dalla rappresentazione alla raffigurazione dello spazio
2)Tipologie di geograficità
3)Analisi ed uso della geograficità nella comunicazione di massa

Testi per l’esame:

LODOVISI A., TORRESANI S., Cartografia e informazione geografica: storia e tecniche, Bologna, Patron, 2005;

e uno a scelta tra:
BUISSERET D., I mondi nuovi: la cartografia dell’Europa moderna, Milano, Bonnard, 2004
NUNZIATA R., La porta di Atlante: un approccio semiologico al linguaggio cartografico, Roma, Gangemi, 2002

Modalità d'esame

Per i frequentanti prove scritte (facoltative) più colloquio orale sul programma concordato ad inizio anno.
Per i non frequentanti colloquio orale su programma da concordare col docente.