Storia e critica del cinema (i) (2006/2007)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S01234
Docente
Alberto Scandola
crediti
6
Settore disciplinare
L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
1 semestre dal 2-ott-2006 al 20-dic-2006.

Orario lezioni

1 semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 8.30 - 11.50 lezione Aula T.3  

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire allo studente, oltre a una conoscenza generale della storia del cinema moderno, un metodo d’analisi dell’opera filmica in chiave estetica e linguistica.

Programma

Prerequisiti: nessuno

Contenuto del corso: L’immagine allo specchio. Il cinema di Ingmar Bergman.
Dopo un’introduzione generale alla storia e al linguaggio del cinema, dalle origini sino ai giorni nostri, il corso si concentrerà sull’analisi dell’opera di Ingmar Bergman, con particolare attenzione ai temi (l’assenza di Dio, il vuoto, il dolore) ma soprattutto alle forme (il primo piano, la ricerca della durata, il lavoro sul colore).

Testi di riferimento:
1-Appunti delle lezioni
2-Roberto Campari, Cinema. Generi, tecniche, autori, Mondadori, 2003.
3-Sergio Arecco, Segreti e magie. Il cinema di Ingmar Bergman, Le Mani, Genova 2000.

*Obbligatoria è la visione integrale di 5 film di Ingmar Bergman da scegliere tra i seguenti:
Monica e il desiderio (1952), Sorrisi di una notte d’estate (1955), Il posto delle fragole (1957), Il settimo sigillo (1959), Come in uno specchio (1960), Luci d’inverno (1961), Il silenzio (1962), Persona (1965), Sussurri e grida (1970), Un mondo di marionette (1979), Fanny e Alexander (1981).
I film sono tutti disponibili in DVD alla biblioteca del dipartimento di Scienze della Comunicazione oppure al Centro Audiovisivi “Elisabetta Lodi” di Verona. Si consiglia di ripetere la visione dei film nei giorni imminenti l’esame, in quanto sarà richiesta un’analisi delle sequenze.
Letture consigliate per un approfondimento del programma:
Rayomond Bellour, L’analisi del film, Kaplan, Torino 2005;
Ingmar Bergman, Lanterna Magica, Garzanti, 1997;
Olivier Assayas, Conversazioni con Ingmar Bergman,Lindau, Torino 2000;
Luciano De Giusti (a cura di), L’opera multiforme di Bergman. Oltre il commiato, Il Castoro 2003;
Alberto Scandola, Parola e desiderio. Figure del melodramma nel giovane Bergman, in Paolo Romano, Giulia Dagradi (a cura di), Schermi d’Amore- Catalogo Generale, Marsilio Venezia 2006.
Gli studenti non frequentanti sostituiranno gli appunti con la lettura di I. Bergman, Immagini, Garzanti 2000.

Metodi didattici: lezione frontale con visione e analisi di sequenze.

Modalità d'esame

Colloquio orale, in cui lo studente dovrà dimostrare di saper elaborare le proprie conoscenze mediante collegamenti tra autori, temi e percorsi della storia del cinema.

N.B. Gli studenti che hanno seguito il corso negli anni accademici precedenti potranno portare all’esame il relativo programma (Si prega di attenersi a quanto indicato qui e non inviare mail su questo argomento).